Sep 152012
 

La Compagna Khalida Jarrar, membro dell’Ufficio Politico del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ha affermato, il 18 settembre 2012, che è tempo di porre fine a tutte le forme di affidamento ai negoziati bilaterali, agli accordi e al “processo di pace”; elementi che hanno inflitto non poche perdite al popolo palestinese.

Ha poi sottolineato come la soluzione alla crisi politica palestinese risieda nella fine degli accordi di Oslo, dei correlati accordi economici e “di sicurezza” che ne sono scaturiti e nella fine di tutte le forme di coordinamento con le autorità occupanti. Ha inoltre auspicato la formazione di una leadership popolare palestinese da cui possa nascere un programma di lotte, compresa la formazione di comitati di protezione popolare che abbiano lo scopo di attivare la resistenza ovunque i palestinesi si trovino e di intensificare il boicottaggio delle forze occupanti a tutti i livelli.

Ha poi ripetuto la posizione del PFLP: le elezioni presidenziali e legislative dell’Autorità Nazionale non possono rappresentare una soluzione senza la riconciliazione e la fine delle divisioni, da attuarsi sulla base di una politica alternativa agli accordi di Oslo, e fondata sulla resistenza.

Sorry, the comment form is closed at this time.